MENU
Finanza per tutti

BILANCIO PER TUTTI: IL CONTO ECONOMICO

Quanto lo conosci? Sai leggerlo? Ti spieghiamo come fare.

Dopo lo Stato Patrimoniale, la seconda voce più importante di un bilancio è il Conto Economico.

Che cos'è?

Da che cosa è composto?

Esploriamolo insieme!

 

Che cos'è?

Mentre lo Stato Patrimoniale indica il valore dei beni e dei capitali di cui dispone un’azienda, il Conto Economico è un documento contabile che ci aiuta a capire quanta ricchezza è stata prodotta, come è stata ottenuta e da chi è stata presa.

Riporta tutti i ricavi e i costi di competenza dell’esercizio, dalla cui differenza si ottiene il risultato economico dell’esercizio che può essere in perdita o in utile. La ricchezza prodotta - l’utile - sarà spartita tra coloro che hanno finanziato l’azienda, cioè soci ed eventuali terzi. In caso contrario, se i costi superano i ricavi, l’azienda non registrerà un utile, ma una perdita d’esercizio.

 

Da che cosa è composto?

Il Conto Economico è redatto in forma scalare, cioè per macroclassi, e segue questo schema:

CONTO ECONOMICO

A) VALORE DELLA PRODUZIONE

  • Ricavi di vendita prodotti finiti
  • Variazione rimanenze prodotti finiti e semilavorati
  • Altri ricavi e proventi

Individua tutte le componenti di reddito prodotte dall’azienda.

B) COSTI DELLA PRODUZIONE

  • Acquisto materie prime e componenti
  • Variazione rimanenze materie prime
  • Personale
  • TFR
  • Ammortamenti automezzi
  • Ammortamento fabbricati
  • Svalutazione immobilizzazioni
  • Accantonamenti per rischi

Indicano tutti i costi della catena produttiva e dell'azienda, ossia di tutte le risorse impiegate durante l’esercizio per produrre gli elementi elencati nella voce A.

DIFFERENZA TRA VALORE E COSTI DELLA RPODUZIONE (A – B)

 

C) PROVENTI E ONERI FINANZIARI

  • Proventi da crediti immobilizzati
  • Interessi passivi
  • Aggio* su prestiti

Sono le entrate provenienti dalle partecipazioni in altre società, crediti, titoli e oneri, oltre a perdite o guadagni che derivano dal cambio nel caso in cui l'azienda operi in altre valute.

D) RETTIFICHE DI VALORE DI ATTIVITÀ FINANZIARIA

  • Rivalutazioni di partecipazioni
  • Svalutazioni di immobilizzazioni finanziarie che non sono partecipazioni

Rivalutazioni e svalutazioni di titoli, immobilizzazioni e partecipazioni in altre società.

E) PROVENTI E ONERI STRAORDINARI

  • Plusvalenze di alienazioni di immobili
  • Oneri straordinari

Derivano da titoli o oneri alienati.

RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE

(A-B + C + D + E)

Il valore di utili o perdite prima dell'ammontare delle imposte.

Imposte di esercizio (I)

 

RISULTATO ECONOMICO DI ESERCIZIO

(R = A-B + C + D + E - I)

R (Utile o perdita d’esercizio)

 

Le classi A e B rappresentano la gestione ordinaria, la parte C quella finanziaria e la E quella straordinaria. Tutte le voci riportate all'interno di queste categorie sono necessarie per avere un quadro ben chiaro del fatturato aziendale e dei ricavi nel periodo di analisi.

 

Sai già che cos'è lo Stato Patrimoniale? Scoprilo qui.

 

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle soluzioni finanziarie per la tua azienda.

Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Accetta e continua per prestare il consenso all’uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Potrai consultare le nostre Privacy Policy e Cookie Policy aggiornate in qualsiasi momento.